MECCANICITA’ E LEGGE DI RICORRENZA

legge di ricorrenza

Non possiamo assolutamente negare che la Legge di Ricorrenza si manifesta in ogni momento della nostra vita.

In ogni giorno della nostra esistenza vi è senz’altro una ripetizione di eventi, di stati di Coscienza, parole, desideri, pensieri, atti volitivi, ecc.

Si può cambiare interiormente se si riesce davvero a modificare le proprie reazioni davanti ai vari fatti che ogni giorno ci capitano.

Auto-osservazione e cambiamento

È ovvio che quando non ci auto-osserviamo, non possiamo renderci conto di questa continua ripetizione quotidiana.

È evidente che chi non nutre alcun interesse nell’osservare se stesso, non desidera nemmeno lavorare per ottenere una vera trasformazione radicale.

…se non lavoriamo seriamente su noi stessi, non riusciremo a modificare il nostro modo di reagire di fronte ai fatti della vita pratica

samael aun weor

Dobbiamo cambiare il nostro modo di pensare, essere meno negligenti, diventare più seri e prendere la vita in modo diverso, nel suo senso reale e pratico.

Se vogliamo davvero conoscerci, si deve iniziare ad osservare la nostra condotta di fronte agli avvenimenti di un qualsiasi giorno della vita.

La prima volta e i dettagli di ogni giorno

Con questo non vogliamo dire che non ci si debba osservare ogni giorno, vogliamo soltanto affermare che ci deve essere una prima volta, un primo giorno.

In tutto ci deve essere un inizio e cominciare ad osservare la nostra condotta in un qualsiasi giorno della nostra vita è un buon inizio.

La cosa sicuramente più indicata è osservare le nostre reazioni meccaniche di fronte a tutti quei piccoli dettagli che avvengono nell’intimità della camera da letto, in famiglia, a tavola, in casa, per strada, al lavoro, ecc., ciò che si dice, si prova e si pensa.

Creature meccaniche

Purtroppo viviamo ogni giorno una vita meccanica, routinaria, assurda. Ripetiamo gli avvenimenti, le nostre abitudini sono le stesse, non abbiamo mai voluto cambiarle; sono i binari meccanici su cui scorre il treno della nostra miserabile esistenza; eppure pensiamo di noi le cose migliori.

In ognuno di noi c’è gente di ogni tipo, io di ogni specie. La nostra personalità non è altro che una marionetta, un burattino parlante, una cosa meccanica.

burattini

Dentro la nostra persona vivono molte persone: non siamo mai identici.

A volte si manifesta in noi una persona meschina, altre volte una persona irritabile, in un qualsiasi altro istante una persona splendida, benevola, più tardi una persona scandalosa o calunniatrice; poi siamo un santo, quindi un imbroglione ecc.

Quando ci auto-osserviamo e non facciamo ciò che un certo io vuole, è chiaro che cominciamo a non essere più delle macchine.

samael aun weor

Un solo momento in cui si è abbastanza coscienti da smettere di essere una macchina, se fatto volontariamente, può modificare radicalmente molte circostanze sgradevoli.

Samael Aun Weor

Brani estratti dal capitolo 17 del libro

Trattato Esoterico di Psicologia Rivoluzionaria

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Daath: la Conoscenza Tantrica

Daath: conoscenza tantrica Alcuni cabalisti enfatizzano l’idea che Binah, lo Spirito Santo…