I Tre aspetti del Mondo dei rapporti

Il mondo dei rapporti ha tre aspetti molto diversi che dobbiamo chiarire in modo preciso.

Primo: siamo in rapporto con il corpo planetario, cioè con il corpo fisico.

Secondo: viviamo sul pianeta Terra, di conseguenza logica siamo in rapporto con il mondo esteriore e con le questioni riguardanti noi, i nostri familiari, gli affari, i soldi, il lavoro, la professione, la politica, ecc.

Terzo: il rapporto dell’uomo con se stesso. Per la maggior parte della gente questo tipo di rapporto non ha la minima importanza.

Il rapporto col corpo fisico

corpo fisico

Il corpo planetario (il corpo fisico) a volte è malato, a volte sano e così via. Crediamo sempre di avere una certa conoscenza del nostro corpo fisico, ma in realtà neanche i migliori scienziati del mondo conoscono bene il corpo di carne ed ossa.

Non c’è dubbio che il corpo fisico, data la sua grande e complicata organizzazione, è di certo ben oltre la nostra comprensione.

Il rapporto col mondo esteriore

mondo esteriore

Per quanto riguarda il secondo tipo di rapporti, siamo sempre vittime delle circostanze: purtroppo non abbiamo ancora imparato a determinarle coscientemente. Sono molte le persone che non riescono ad adattarsi a niente e a nessuno o ad avere davvero successo nella vita.

Pensando a noi dal punto di vista del lavoro esoterico gnostico, è urgente scoprire in quale di questi tre tipi di rapporto siamo in difetto

samael aun weor

Può succedere il caso concreto che abbiamo un rapporto sbagliato con il corpo fisico e di conseguenza siamo ammalati.

Può succedere che abbiamo un cattivo rapporto con il mondo esteriore e ne risultino conflitti, problemi economici e sociali, ecc.

Il rapporto con noi stessi

Può darsi che abbiamo un cattivo rapporto con noi stessi e conseguentemente soffriamo molto per mancanza d’illuminazione interiore.

Indubbiamente dobbiamo stabilire un corretto rapporto non solo con il nostro corpo planetario (corpo fisico) e con il mondo esteriore, ma anche con ciascuna delle parti del nostro Essere.

Nei momenti di forte tentazione, di abbattimento e di desolazione si deve fare ricorso all’intimo ricordo di sé stessi.

Nel fondo di ognuno di noi c’è la Tonantzin azteca, Stella Maris, l’Iside egizia, Dio-Madre, che ci aspetta per sanare il nostro cuore addolorato.

Quando realizziamo lo shock del ricordo di sé, si produce davvero un cambiamento miracoloso in tutto il lavoro del corpo, poiché le cellule ricevono un alimento diverso.

Samael Aun Weor

Brani estratti dal capitolo 23 del libro

Trattato Esoterico di Psicologia Rivoluzionaria

Altri articoli correlati
Load More In Blog

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Hod e Jesod: i piani Astrale e Vitale

Hod e Jesod: i piani astrale e vitale Hod è il mondo astrale, il corpo astrale. L’astrale …