San Giuseppe e la casa del Padre

Maria era una sacerdotessa del tempio di Salomone, che fin da giovanissima aveva fatto voto di castità, e Giuseppe era un sacerdote iniziato ai grandi misteri ebraici, completamente puro e santo.

Accadde che in quel tempo Cristo aveva bisogno di venire nel mondo per redimere l’umanità con il suo sangue redentore e allora Geova, che è colui che dirige la riproduzione attraverso il raggio positivo della Luna, mandò un Angelo di nome Gabriele per avvertire Maria della missione di madre che gli corrispondeva.

San Giuseppe

Questo atto fu quindi compiuto senza passione carnale, come sacrificio sull’altare del matrimonio, una sola volta e nient’altro.

Questo sacrificio avvenne sotto gli auspici dell’angelo Gabriele e anche il marito di Maria fu scelto da Geova, poiché Giuseppe era l’uomo più puro.

Giuseppe e i 33 sacerdoti

C’erano 33 sacerdoti uomini della tribù di Levi nel tempio di Gerusalemme.

Giuseppe, il padre di Gesù di Nazareth, era uno dei 33 anziani del tempio di Salomone.

Dopo l’Annunciazione, il Sommo Sacerdote ordinò a tutti i 33 sacerdoti del tempio di depositare i loro bastoni dietro l’altare.

E fu stabilito che il bastone che fosse fiorito sarebbe stato lo sposo di Maria.

sposalizio della vergine

Ciascuno dei sacerdoti, uno per uno in ordine successivo, pose il proprio bastone dietro l’altare.

L’ultimo a piazzare il suo bastone fu il sacerdote Giuseppe, ma resistette all’ordine del sommo sacerdote, ricorrendo alla sua età avanzata.

Tuttavia, dovette obbedire all’ordine e pose il suo bastone dietro l’altare.

Il giorno dopo, la mattina molto presto, i sacerdoti andarono all’altare per raccogliere le loro verghe, e quanta sorpresa ci fu nel trovare la verga di Giuseppe tutta fiorita.

È così che Giuseppe fu designato sposo di Maria.

Il Padre segreto

Tutte le teogonie affermano chiaramente che esiste un principio maschile universale: nel cristianesimo è chiamato Giuseppe, presso gli egizi si chiama Osiride, ma chi è esattamente quel Principio, che cos’è? Il Padre.

Ebbene, cos’è il Padre?

Per le religioni, meramente essoteriche o popolari, il Padre è un individuo celeste che non ha nulla a che fare con i nostri processi intimi.

Tuttavia per gli esoteristi, per i veri maghi, per i veri Iniziati, il Padre è la Monade Interiore, il nostro Dio Interiore particolare, individuale.

Il viaggio verso la casa del Padre

L’essenza deve tornare a “casa”. L’essenza, la coscienza che abbiamo dentro, deve ritornare alla casa del nostro Padre che sta in segreto.

Ma perché questo ritorno abbia inizio, il centro di gravità che abbiamo, il centro magnetico che portiamo attualmente nella persona umana, deve essere trasferito alla coscienza, all’essenza.

Ognuno di noi deve tornare alla casa del Padre.

Solo così l’essenza potrà iniziare il ritorno che va dalla personalità al Padre.

Solo così l’essenza potrà iniziare il viaggio (tra l’altro lunghissimo) che va dalla personalità alle stelle.

Ma affinché l’essenza possa viaggiare, deve disintegrare lentamente tutti quegli aggregati psichici in cui la coscienza è imbottigliata.

Quando tutti gli aggregati saranno disintegrati, quando la coscienza sarà libera, allora si sveglierà.

L’uomo celeste

Ed ora sveglio, convertito in un vero Uomo Celeste, inizierà il suo ritorno, che va dalla personalità alla casa del Padre, il mondo dello Spirito.

Quindi il viaggio è indispensabile per raggiungere le stelle, per tornare alla casa del Padre che ci ha sempre sorriso.

Ma è necessario il risveglio della coscienza.

La coscienza non potrebbe risvegliarsi, iniziare il suo viaggio, se non disintegrasse l’ego.

Occorre ridurlo in polvere, solo così la coscienza libera, sovrana e padrona di sé stessa, si risveglia, inizia il suo cammino di ritorno alla casa del Padre.

Samael Aun Weor

Testi tratti da libri e conferenze

L’Era di Acquario e Hercolubus, Il Matrimonio perfetto,

Pranayama egizio ed esercizi tibetani, La Vergine del Monte Carmelo

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Il Pendolo, le Antitesi e la Verità

Il pendolo, le antitesi e la verità È interessante avere in casa un orologio a pendolo, no…