Runa AR

runa_ar

“Il mantra ARIO prepara gli gnostici all’avvento del fuoco sacro.

I vecchi alchimisti medioevali cercarono sempre la pietra filosofale e alcuni realizzarono con pieno successo la Grande Opera.

Nella pietra si trova latente il fuoco e gli antichi facevano spuntare la scintilla nel seno vivente della dura pietra focaia.

Pietro, discepolo di Gesù il Cristo, è l’Aladino, l’interprete meravi­glioso, autorizzato ad alzare la pietra che chiude il santuario dei grandi misteri.

Mi vengono alla memoria le pietre del fulmine, le galattiti orfiche, l’ostrite escula­piana, la Pietra con cui Machaon curava Philotete; la pietra meteori­tica magica di ogni paese; le pietre gridanti, oscillanti, runiche e par­lanti dei Terafini.

II calice della mente cristificata ha per base la pietra viva, l’ara sacra.

«La pietra che i costruttori hanno scartato è divenuta la pietra an­golare, sasso d’inciampo e pietra di scandalo.»”

Samael Aun Weor

estratto dal libro Corso Esoterico di Magia Runica (Runa Ar)

Image Credit: http://www.gnosticmuse.com/rune-ar/


Leggi anche l’articolo sulla pratica zodiacale della Runa Ar

Altri articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

I Prajnaparamita e il Vuoto Illuminante

Esiste un tipo di etica che voi non conoscete. Qualcuno nell’Himalaya la conosce. Mi rifer…