Netzach, il mondo della mente

Netzach è il mondo mentale, la mente cosmica, la mente dell’essere umano.

Il corpo mentale lunare che noi abbiamo è di natura bestiale e lo possiedono perfino gli animali e i vegetali.

L’unica differenza tra le bestie e l’erroneamente chiamato uomo è che all’uomo è stata data l’intellettualità, mentre invece le bestie agiscono solo istintivamente.

Il corpo mentale solare non è un corpo vago, astratto. Si tratta di un corpo in carne ed ossa, però carne imperitura, che non proviene da Adamo e che può attraversare un muro, bisogna fabbricarlo nella nona sfera.

Il corpo mentale solare

netzach

Il mentale solare è un corpo di perfezione che mangia, beve, assimila e digerisce, ha i suoi alimenti speciali, la sua nutrizione ed il suo sviluppo.

Nel mondo della mente vi sono molti templi che si devono conquistare con la spada. Quando si lavora nella quarta iniziazione dei misteri maggiori si incontrano molti tenebrosi, e quindi bisogna lottare.

I nostri discepoli devono sostituire il processo del ragionamento con la bellezza della comprensione. Il processo del ragionamento divorzia la mente dall’Intimo.

Una mente divorziata dall’Intimo cade nell’abisso della magia nera.

La ragione è un delitto di lesa maestà contro l’Intimo.

Samael Aun Weor

Spesso l’Intimo dà un ordine, ma la mente si ribella con i suoi ragionamenti. L’Intimo parla con il linguaggio del cuore o dei pensieri, e la mente si ribella ragionando e confrontando.

Il ragionamento si basa sull’opinione, sulla lotta dei concetti antitetici, sul processo della scelta concettuale, ecc.

Ragionamento e antitesi

corpo mentale

Nel duellare delle antitesi la ragione divide la mente. I concetti antitetici trasformano la mente in un campo di battaglia.

Una mente divisa dal duellare dei ragionamenti, dalla lotta antitetica dei concetti, fraziona l’intendimento, trasformando la mente in uno strumento inutile per l’Essere, l’Intimo.

Quando la mente non può servire da strumento all’Intimo allora serve da strumento all’io animale, trasformando l’uomo in un essere cieco e turpe, schiavo delle passioni e delle percezioni sensoriali del mondo esteriore.

Gli esseri più turpi e passionali che esistano sulla faccia della terra sono precisamente i grandi ragionatori intellettuali.

L’intellettuale, per la mancanza di un punto o di una virgola, perde il senso di un’orazione.

L’intuitivo sa leggere laddove il Maestro non scrive ed ascoltare dove il Maestro non parla.

Samael Aun Weor

Il ragionatore è completamente schiavo dei sensi esterni e la sua anima è inerme come la barchetta che il vento fa smarrire nelle acque.

I ragionatori spiritualisti sono gli esseri più infelici che esistano sulla Terra, hanno la mente del tutto rimpinzata di teorie e teorie ancora, e soffrono terribilmente in quanto non riescono a realizzare nulla di quello che hanno letto.

Questi poveri esseri hanno un orgoglio terribile e in genere finiscono per separarsi dall’Intimo, trasformandosi in personalità tantriche dell’abisso.

Se prendessimo il corpo mentale di un qualsiasi studente pseudo-spiritualista teorizzante e lo esaminassimo attentamente, troveremmo una vera biblioteca ambulante.

Lo studente potrebbe avere pure un corpo mentale trasformato in una vera biblioteca, ma tutte e 33 le camere della sua colonna vertebrale si troverebbero completamente spente e nelle tenebre più profonde.

Gli intellettuali sono pieni di orgoglio, di superbia e di passione sessuale.

La meditazione interiore

meditazione

È meglio praticare la meditazione interna che perdere il tempo ragionando. Con la meditazione interna possiamo parlare con Dio, l’Intimo, l’Essere, l’Altissimo, e così possiamo apprendere dal Maestro interno, così possiamo studiare la sapienza divina ai piedi del Maestro.

Il processo del ragionamento rompe le delicate membrane del corpo mentale.

Il pensiero deve fluire silenzioso, sereno ed integro, senza il duellare delle antitesi, senza il processo del ragionamento che divide la mente in concetti opposti.

Bisogna farla finita con i ragionamenti e risvegliare l’intuizione, solo così potremo apprendere la vera sapienza di Dio, solo così la mente rimane nelle mani dell’Intimo.

Bisogna cambiare il processo del ragionamento con la qualità del discernimento. Il discernimento è percezione diretta della verità senza il processo del ragionamento.

Samael Aun Weor

Brano estratto dal capitolo 62 del libro

Tarocchi e Cabala

Altri articoli correlati
Load More In Blog

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Hod e Jesod: i piani Astrale e Vitale

Hod e Jesod: i piani astrale e vitale Hod è il mondo astrale, il corpo astrale. L’astrale …