Integralità e disgregazione psichica

disintegrazione psichica

L’io pluralizzato è la causa fondamentale di ogni nostra intima contraddizione.

Se l’io fosse individuale, il problema dell’integralità psicologica sarebbe risolto con facilità estrema. Per disgrazia del mondo intero, l’io esiste dentro ogni persona in forma pluralizzata.

Se potessimo vederci in uno specchio, così completamente come siamo psicologicamente, con tutte le nostre contraddizioni intime, arriveremmo alla penosa conclusione che non abbiamo una vera individualità.

Ognuno dei piccoli io che costituiscono l’ego vuole comandare, essere il padrone, il signore.

La disgregazione psichica

disintegrazione psichica

Questo spiega la triste condizione di disgregazione psichica in cui vive il povero animale intellettuale, erroneamente chiamato uomo.

La causa principale della disgregazione psicologica è l’invidia che suole manifestarsi a volte in forme squisitamente sottili e deliziose.

L’invidia è multiforme ed esistono migliaia di motivi per giustificarla: l’invidia è la molla segreta di ogni macchina sociale.

samael aun weor

La gente non si accontenta del pane, dei vestiti e dell’alloggio. La molla segreta dell’invidia verso l’auto degli altri, la casa altrui, gli abiti del vicino, i soldi dell’amico o del nemico, produce desideri di miglioramento, desideri di acquistare più oggetti, più vestiti, più virtù, per non essere da meno degli altri.

Questo processo accumulativo di esperienze, virtù, cose, denaro, rafforza l’io pluralizzato intensificando dentro di noi le contraddizioni intime.

La mente e l’invidia

L’invidia è difficile da scoprire a causa del fatto concreto che la mente umana è invidiosa.

La mente invidiosa per natura pensa solo in funzione del più. “Io posso spiegare meglio, io ho più conoscenze, io sono più intelligente, io ho più virtù, più santificazioni, più perfezioni, più evoluzioni.”

La struttura della mente umana si basa sull’invidia e sull’acquisizione.

samael aun weor

Tutto il funzionalismo della mente si basa sul più. Il più è l’intima molla segreta dell’invidia. Il più è il processo comparativo della mente. Il modo di pensare comparativo si basa sull’invidia e produce scontentezza, inquietudine, amarezza.

La mente imbottigliata nell’io pluralizzato fa dell’invidia una virtù e si concede perfino il lusso di chiamarla con nomi raffinati tipo: progresso, evoluzione, anelito di superamento, lotta per la nobilitazione.

Tutto ciò produce disgregazione intima e contraddizioni, segrete lotte, problemi di difficile soluzione.

Il centro di gravità permanente

centro di gravità permanente

È difficile trovare nella vita qualcuno che sia veramente integro nel senso più completo del termine.

È totalmente impossibile raggiungere la totale integralità se esiste in noi l’io pluralizzato.

Chi non possiede un centro permanente di coscienza non può essere integro.

Solo il centro permanente di coscienza ci dà vera individualità.

Solo il centro permanente di coscienza ci rende integri.

Samael Aun Weor

Brani estratti dal capitolo 14 del libro

Educazione Fondamentale

Load More In Blog

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Personalità Umana e Dissoluzione dell’Io

Personalità umana dissoluzione dell’io Il tempo Un uomo nacque nel 1900, visse sessa…