IL LAVORO INTERIORE E LA PALESTRA PSICOLOGICA

uomo di fronte al cielo stellato

L’Essenza che ognuno di noi porta dentro di sé proviene dall’alto, dal cielo, dalle stelle.

I nostri genitori hanno creato il corpo atto a ricevere questa Essenza che proviene dalle stelle.

Noi viviamo in questo mondo per una ragione, per un qualcosa, per qualche motivo speciale.

La scoperta di se stessi

Se davvero desideriamo sapere qualcosa di noi stessi, della nostra vita, ovviamente in noi c’è molto da vedere, studiare e comprendere.

L’esistenza di chi muore senza aver conosciuto il motivo della propria vita è tragica.

Chiaramente, in ognuno di noi esiste qualcosa che ci ama­reggia la vita e contro cui dobbiamo lottare con fermezza.

Non è indispensabile che le nostre disgrazie continuino, mentre è improrogabile ridurre in polvere cosmica ciò che ci rende tanto deboli e infelici.

La palestra psicologica e il cambiamento

Molta gente, sebbene sia viva, è di fatto morta ad ogni possibile lavoro su se stessa e quindi a qualsiasi trasformazione intima.

Questa gente non vuol proprio capire che il mondo è una “palestra psicologica” tramite la quale è possibile annientare quella bruttezza segreta che tutti abbiamo dentro.

La vita pratica come scuola è formidabile, ma considerarla fine a se stessa è davvero assurdo.

SAMAEL aUN WEOR

Chi prende la vita in se stessa, come si vive quotidianamente, non ha compreso la necessità di lavorare su di sé per ottenere una trasformazione radicale.

Purtroppo, la gente vive meccanicamente: non ha mai sentito parlare del lavoro interiore.

Cambiare è necessario, ma la gente non sa come fare; soffre molto e non sa nemmeno il perché.

Samael Aun Weor

Brani estratti dal capitolo 5 del libro

Trattato Esoterico di Psicologia Rivoluzionaria

Altri articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

I Due Mondi e l’Osservazione di Sé

I DUE MONDI E L’OSSERVAZIONE E DI SE’ Osservare e osservarsi sono due cose com…