Giovanni Battista e il Cristo Cosmico

La prima cosa che viene alla manifestazione, la prima cosa che viene all’esistenza è l’Anziano dei Giorni, si sdoppia nel Cristo, ma il Cristo non è un individuo, no!

È un Principio Universale, sì, e che si manifesterà in ogni Uomo adeguatamente preparato, ma è necessario che voi lo capiate: non stiamo cercando di sottovalutare il Gran Maestro Yeshuá Ben Pandirá, Gesù di Nazareth, no!

Sappiamo già che questo grande Maestro è perfetto, che è stato istruito (come tutti sanno) in Egitto. È anche vero che fu iniziato ai Misteri della Caldea, della Persia, della Grecia e che il meglio dei suoi principi esoterici furono acquisiti in Tibet, dove c’è ancora un monastero, dove è adorato (lo sappiamo), che quando venne in Terra Santa era adeguatamente preparato.

Il Cristo Cosmico

Cristo Cosmico

Ma il Cristo Cosmico non si esprime solo attraverso Yeshua Ben Pandirá, il Cristo Cosmico si è anche espresso, vividamente, in Giovanni il Battista.

Ecco perché si diceva di Giovanni che era un Christus, un Christus. Nessuno ignora che c’erano controversie tra gli gnostici di Terra Santa.

Alcuni affermavano che Gesù di Nazareth era stato solo uno di quelli che avevano deciso di seguire Giovanni, e che il vero Unto era Giovanni.

La realtà è che sia Giovanni che Gesù avevano entrambi incarnato il Cristo.

samael aun weor

Molto tempo fa era stato Ermes Trismegisto, il tre volte grande Dio Ibis di Thot, colui che aveva incarnato il Cristo. In India, Krishna era la manifestazione vivente del Cristo Cosmico. Tra gli Incas del Perù, Manco-Cápac era il Cristo Cosmico incarnato. Qui avevamo Quetzalcóatl, il Cristo vivente, manifestato in un uomo.

Così, il Signore, il Cristo, si manifesta ovunque esista un Uomo adeguatamente preparato.

Il mondo vitale

Giovanni il Battista, vive indubbiamente nel Mondo Vitale, cioè nell’Eden, in Paradiso. Giovanni, il Battista, è un vero Illuminato, un Cristo, qualcuno che ha già incarnato in se stesso, il Verbo, la Parola, il Cristo Intimo.

Per entrare nell’Eden è necessario saper viaggiare con il Corpo Vitale e aver ricevuto una profonda educazione esoterica.

Tutta la saggezza di Giovanni Battista è racchiusa nel corpo eterico dell’uomo.

Il ritorno del Messia

San Giovanni Battista

Il ritorno, la reincarnazione o la reincorporazione era nota a tutti i popoli antichi e Cristo lo insegnò segretamente ai suoi 70 discepoli e lo confermò pubblicamente nei versetti: 10, 11 e 13, del capitolo 17 di San Matteo.

Vediamo: Allora i suoi discepoli gli domandarono: Perché allora gli scribi dicono che è necessario che Elia venga prima? (Mt 17,10). Da questa domanda possiamo capire che gli scribi aspettavano di nuovo Elia, cioè aspettavano che Elia si reincorporasse o reincarnasse di nuovo.

Cioè, gli scribi conoscevano la luce della reincarnazione, come risulta chiaro dal verso in questione: E Gesù, rispondendo, disse loro: In verità, Elia verrà e ristabilirà ogni cosa.  Ma io vi dico che Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto, hanno fatto a lui tutto ciò che hanno voluto. Così anche il Figlio dell’uomo ne soffrirà. I discepoli allora capirono che parlava loro di Giovanni Battista (Mt. 17, 11-13).

Da questi versetti ci rendiamo conto esattamente che i discepoli capirono che parlava loro di Giovanni Battista, cioè Cristo spiegò loro che Elia era già tornato e che era lo stesso Giovanni Battista.

Giovanni Battista, quindi, è lo stesso Elia, reincarnato di nuovo.

samael aun weor

Gli gnostici battisti affermavano – in Terra Santa – che il vero Messia era Giovanni e che Gesù era solo un Iniziato che aveva voluto seguire Giovanni.

C’erano in quei giorni controversie tra i battisti e gli gnostici esseni e altri.

Quindi, dobbiamo comprendere il Cristo così com’è, non come persona, non come soggetto. Il Cristo è al di là della personalità, del sé e dell’individualità. Il Cristo (in autentico esoterismo) è il Logos, il Logos Solare, rappresentato dal Sole.

Adesso capiremo perché gli Incas adoravano il Sole, i Nahuatl adoravano il Sole, i Maya lo stesso, gli egizi ugualmente, ecc.

La decapitazione

Giovanni Battista

Ho spiegato del massacro di Giovanni Battista, questo simbolico massacro appartiene al primo cannone o vertebra cervicale della testa, situato nella nuca. Passare attraverso la decollazione, la decapitazione di Giovanni Battista, preoccupandosi di disintegrare l’ego.

Questo è il nostro dovere principale!

Samael Aun Weor

Brani selezionati da libri e conferenze

Appunti segreti di un Guru, Domande e risposte, L’uomo e l’Universo che ci circonda,

Il vero simbolismo del Natale, I diversi mondi o regioni dell’Universo

Load More In Blog

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

Il Centro Permanente di Coscienza

Contenuti dell’articoloshowIl Centro Permanente di CoscienzaL’individualità ne…