Ariete – dal 21 Marzo al 20 Aprile

Hevelius, Ariete
Hevelius, Ariete

“L’Ariete è un segno zodiacale di fuoco, possiede un’energia formidabile che il microcosmo uomo capta in accordo alla propria forma di pensare. L’Ariete è il simbolo di Ra, Rama, l’Agnello. Il lavoro con il proprio zodiaco comincia precisamente con l’Ariete

Innanzitutto è necessario comprendere di essere addormentati: solo quando qualcuno si rende consapevole di essere addormentato entra davvero nel cammino del risveglio. 

Immagina per un momento, caro lettore, una casa a quattro piani. Il povero animale intellettuale, erroneamente chiamato uomo, vive normalmente nei due piani inferiori, e mai nella vita utilizza i due piani superiori.

Per l’uomo esistono quattro stati di coscienza possibili:

  1. il sonno
  2. la coscienza di veglia
  3. l’autocoscienza
  4. la coscienza oggettiva

Allo spuntare del sole le stelle si nascondono, ma non smettono di esistere; così sono i sogni nello stato di veglia, che non smettono di esistere, ma continuano segretamente. Ciò significa che l’animale intellettuale, erroneamente chiamato uomo, vive solo nel mondo dei sogni…

E’ indispensabile raggiungere il terzo stato di coscienza, salire al terzo piano della casa, prima di avere diritto di passare al quarto piano. Il quarto stato di coscienza, il quarto piano della casa, è davvero formidabile. Solo chi arriva alla coscienza oggettiva, al quarto stato, può studiare le cose in sé, il mondo così com’è.

Se tutte le persone avessero la coscienza sveglia, la Terra sarebbe un paradiso, non ci sarebbero le guerre, non esisterebbe né il mio né il tuo, tutto sarebbe di tutti, vivremmo nell’Età dell’Oro.”

Samael Aun Weor

brani estratti dal libro Trattato esoterico di astrologia ermetica (Ariete)


Leggi anche l’articolo sulla pratica zodiacale dell’Ariete

 

Altri articoli correlati

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche

I Prajnaparamita e il Vuoto Illuminante

Esiste un tipo di etica che voi non conoscete. Qualcuno nell’Himalaya la conosce. Mi rifer…